Storia

Antonio Mezzero e’ nato il 22 Dicembre del 1982 a Capua, una piccola cittadina in provincia di Caserta; e’ un Pizzaiolo Italiano in Portogallo.

Dopo essere emigrato con la su famiglia in Germania nel 1990, quando aveva solamente 11 anni, prepara la sua prima pizza insieme al padre. L’amore per la pizza e’ a prima vista e da subito Antonio capisce quale sara’ il suo destino.

Il suo arrivo in Portogallo e’ una autentica storia d’amore a prima vista. A 25 anni fa un viaggio in macchina dalla Germania fino in Porogallo per dare un passaggio al fratello (che vive in Portogallo) e il suo viaggio si rivelera’ di sola andata, senza ritorno; infatti dopo aver conosciuto il Portogallo e i Portoghesi, Antonio decide che questa sara’ la sua casa.

L’inizio

Deciso a rincorrere i suoi sogni in Portogallo, nei primi anni lavora nel ristorante del fratello, Michele Mezzero. In questo periodo, Antonio si innamora per la seconda volta, questa volta per la sua futura moglie, Paula.

Dopo 2 anni e la nascita del suo primo figlio, le cose non stavano andando bene come Antonio aveva idealizzato e il suo ritorno in Germania era gia’ programmato. Nonostante il suo amore per il Portogallo, Antonio desiderava una maggiore qualita’ di vita per la sua famiglia.

Grazie all’aiuto di un vero amico, considerato come un padre, il Generale Angelo Arena, a quel tempo Console Onorario d’Italia, Antonio viene incoraggiato ad aprire la sua prima pizzeria che in poco tempo diventera’ un successo.

Pulcinella, il Sogno

Antonio apre il suo primo spazio com appena 12 posti. Il posto giusto dove poter alimentare il suo sogno di regalare una esperienza unica della vera pizza Napoletana ai Portoghesi. In poco tempo, il successo per la sua pizza cresce e Antonio si focalizza sempre piu’ nella qualita’ e nella unicita’ in modo da sorprendere gli illustri clienti che giorno dopo giorno aumentavano.

Il 26 di Maggio del 2013, Antonio lancia il suo primo grande evento nella citta’ di Porto, la Pizza di 5 metri di diâmetro in onore dei 250 anni della Torre del Clerigos progettata dall’italiano Niccolo’ Nasoni.

In questo giorno, riceve la certificazione ufficiale dalla Verace Pizza Napoletana, il primo a ricevere questo prestigioso premio in Portogallo.

La conoscenza

Antonio era deciso ad offrire il meglio della Pizza Napoletana in Portogallo. Nel 2013 partecipa al suo primo campionato tra pizzaioli, con l’intento di osservare come si potesse organizzare in futuro lo stesso campionato in Portogallo. Arriva terzo, una posizione che gli permette di partecipare al camponato mondiale e ad una finale europea, ma a causa dell’enorme lavoro da svolgere non vi puo’ partecipare.

Nel 2014 fonda il campionato portoghese della Pizza e riesce a raggruppare 20 pizzerie di tutto il paese.

Riceve il titolo di Ambasciatore della Pizza Napoletana in Portogallo, il primo in Europa e il terzo nel mondo a ricevere questo titolo distintivo.

La conquista

Nel 2015 organizza la seconda edizione del campeonato Portoghese della pizza con 25 partecipanti.

Nel 2016 organizza il terzo campionato della pizza. Fonda la nazionale Portoghese dei Pizzaioli, che conquistera’ la coppa delle nazioni a Napoli. Individualmente, Antonio conquista il secondo posto al campionato mondiale tra 480 partecipanti. Preparo’ una Pizza chiamata Amalia.

Il 2017 per la seconda volta consacra Antonio vice-campione del Mondo con la Pizza Amalia.

Sempre nel 2017, con l’obiettivo primario di migliorarsi giornalmente per arrivare all’eccelenza ed affinare la sua arte, Antonio decide di passare di mano la gestione e organizzazione del campionato Portoghese della Pizza e lo affida al fratello Michele Mezzero.

Antonio Mezzero

L’affermazione di Antonio come uno dei piu’ grandi pizzaioli del mondo e’ una realta’, il 2017 e’ un anno di grandi successi.

Antonio decide di cambiarei il nome del suo ristorante che da Pulcinella passa a chiamarsi Antonio Mezzero con il suo nuovo slogan: Passione, Arte e Qualita’: esattamente le parole chiave della filosofia e visione di Antonio.

Passione: passione per il Portogallo; Arte: espressione artística della pizza di Antonio; Qualita’: nonostante sia una pizza tradizionalmente semplice, Antonio mette la sua firma dandogli un sapore e magia sublime.